Alimenti che aiutano a migliorare il sistema immunitario

Alimenti che aiutano a migliorare il sistema immunitario

Il cibo non è esattamente una medicina, ma molti hanno nutrienti di base per mantenere il corpo in buone condizioni. Tra le altre cose, contribuiscono a migliorare la risposta del corpo e vari disturbi, agendo sul sistema immunitario e rendendolo più efficiente.

Molto spesso, se eseguita in maniera corretta ci impedisce di ammalarci e ci aiuta a ridurre i sintomi di raffreddore, influenza e altre malattie che ci colpiscono, soprattutto in inverno. Questi sono alcuni degli alimenti che gli esperti raccomandano per la loro capacità di influenzare il sistema immunitario.

Aglio

È salutare per diversi motivi. In precedenza era usato per combattere le infezioni, perché è un efficace antibatterico, antivirale e antimicotico. Abbassa la pressione sanguigna e rallenta l’indurimento delle arterie. Le proprietà immunologiche dell’aglio sono dovute alla sua notevole concentrazione di composti solforati come l’allicina. Previene raffreddori e combatte la febbre.

Mandorle

La vitamina “E” che contengono, è la chiave per un sistema immunitario sano. È una vitamina liposolubile, il che significa che hai bisogno di grasso per assorbirlo correttamente. Circa 46 mandorle pelate forniscono quasi la dose giornaliera totale raccomandata di vitamina E.

Mirtilli

Ha un composto flavonoide chiamato atocianina, che gli conferisce il suo colore scuro, con proprietà antiossidanti e protettive. Sono particolarmente utili per il sistema di difesa delle vie respiratorie. Uno studio ha scoperto che le persone che le consumavano in quantità avevano meno probabilità di avere infezioni respiratorie e raffreddori.

Pollame

Quando sei malato, una zuppa di pollo non è solo un placebo per farti sentire meglio, combatte i sintomi del raffreddore ed è anche preventivo per quelli futuri. Quando i virus invadono i tessuti del tratto respiratorio superiore, il corpo risponde causando infiammazione. I globuli bianchi vengono in soccorso spostandosi nell’area difendendosi e causando muco. Apparentemente, gli ingredienti nella zuppa di pollo fermano quel movimento delle cellule e quindi prevengono la comparsa di muco associato al freddo.

Sia il pollo che il tacchino contengono molta vitamina B-6, circa 100 grammi di carne forniscono tra 40/ 50 % della dose giornaliera conveniente. Questa vitamina svolge un ruolo importante in molte delle reazioni chimiche che il corpo produce. È vitale nella produzione di globuli rossi sani, e il brodo derivante dall’ebollizione delle ossa contiene gelatina, condroitina e altri nutrienti che supportano la salute e l’immunità dell’intestino.

Funghi

Il selenio, insieme alla vitamina B riboflavina e niacina, è uno dei suoi componenti di base per aumentare le difese. Sono anche ricchi di polisaccaridi, molecole con zucchero che attivano la funzione immunitaria.

Agrumi

Limoni, arance, pompelmi o mandarini stimolano, grazie alla vitamina C, la produzione di globuli bianchi, chiave per combattere le infezioni. Sono particolarmente raccomandati per prevenire i raffreddori, dal momento che il corpo non lo produce o lo conserva da solo, devi mangiare cibi che lo contengono ogni giorno.

Crostacei

Come detto, il buon cibo rafforza il sistema immunitario, mangiando crostacei come granchio, cozze, vongole ed aragoste, sono in grado di fornire notevoli quantità di zinco, essenziale affinché le cellule possano funzionare in modo più appropriato e fornendo un sistema immunitario più forte.

Spinaci

Sebbene abbiano vitamina C, non è la sua proprietà principale. È particolarmente raccomandato per i suoi antiossidanti e beta-caroteni, che aumentano la capacità del sistema immunitario di combattere le infezioni, promuovono la divisione cellulare e riparano il DNA.

Si devono bollire molto poco per sfruttare i loro benefici nel miglior modo possibile. Non è così conveniente mangiarli completamente crudi, perché bollendolo aumentano il proprio contenuto di vitamina A, consentendo ad altri nutrienti di liberarsi dell’acido ossalico.

Germe di grano

È la parte più interna del chicco dei cereale, e i suoi valori principali sono zinco e vitamine E, ma soprattutto B6.

Secondo diversi studi, la carenza di quest’ultimo causerebbe una scarsa risposta del sistema immunitario contro le malattie, aggiungerlo allo yogurt o ai frullati o persino ai preparati di farina, è un buon modo per migliorare la funzione immunitaria.

Melograno

L’estratto di questo frutto autunnale ha dimostrato di essere efficace nel fermare la crescita di batteri come E-coli, salmonella, listeria, tra gli altri. Alcuni dei suoi componenti sono anche considerati per prevenire la crescita di batteri nella bocca che portano alla crescita della placca dentale e delle malattie gengivali.

Presenta anche proprietà antivirali, agisce contro l’influenza, l’herpes e altri virus, favorendo la crescita della flora intestinale che contribuisce a migliorare la funzione immunitaria.

Zenzero

È uno dei nutrienti a cui ricorrono gli orientali quando sono malati. Combatte le infiammazioni, come quelle alla gola, ed è anche un palliativo contro la nausea. Il suo retrogusto piccante è dovuto al gingerolo, un parente della capsaicina (che è ciò che provoca il prurito di alcuni peperoni), che riduce il dolore cronico e ha proprietà dirette a contrastare il colesterolo, secondo recenti studi sugli animali.

Kefir

I batteri sviluppati dal latte sono molto salutari, specialmente per il sistema immunitario, perché combattono altri batteri, riducono l’infiammazione e aumentano l’attività antiossidante.

Può essere abbinato ad altri tipi di yogurt, che hanno la vitamina D, che stimola la produzione di difese naturali nel corpo. È preferibile assumere quello senza aromi o zuccheri aggiunti.

Kiwi

Oltre ad altri nutrienti necessari per il corpo, i kiwi contengono folati, potassio, vitamine K e C, che stimolano i globuli bianchi a combattere le infezioni.

Ostriche

Una dose di circa 100 grammi di questo mollusco fornisce il 190% del selenio giornaliero raccomandato, il 45% di ferro e il 20% di vitamina C, oltre 16 grammi di proteine di alta qualità. Contiene anche zinco e vitamina A. Tutti questi nutrienti sono fondamentali per garantire il corretto funzionamento del sistema immunitario.

Dottssa. Claudia Velez
Senologia Perugia
Md. Radiologo