I benefici del magnesio nel nostro corpo

I benefici del magnesio nel nostro corpo

Che cos’è il Magnesio?
Il magnesio è un minerale essenziale per il nostro organismo. Si trova principalmente nelle ossa al 70%, nei muscoli al 29% e in percentuale minima nel sangue al 1%
Multipli studi indicano che è il minerale più carente su tutta la popolazione.
Di primaria importanza per il nostro benessere, svolge molte funzioni fisiologiche fondamentali: concorre al metabolismo energetico per formazione di glucosio e la sintesi di proteine e regola la trasmissione degli stimoli nervosi ai muscoli.

A cosa serve il Magnesio?
Il magnesio è necessario per assimilare le vitamine del gruppo B, la vitamina C, D e la E, contribuisce alla formazione delle ossa, rafforza il sistema immunitario.
Fondamentale per il buon funzionamento del sistema cardio-circolatorio, poiché regola il battito cardiaco e tiene sotto controllo la pressione. Inoltre, garantisce la solubilità del calcio nelle urine, prevenendo la formazione di calcoli renali.
La giusta dose di magnesio elimina stanchezza ed irritabilità.
Permette la perdita di peso.
Elimina la comparsa di crampi e debolezza muscolare.
Elimina il mal di testa, l’ ansia e l’insonnia.
Utile per contrarréstate la depressione.
Allevia i dolori mestruali e ridurre gli sbalzi d’umore tipici della sindrome premestruale. In menopausa, invece, attenua le vampate di calore.
Riduce l’osteoporosi e l’ artrite.
Migliora la digestione e risolve la stipsi.
Migliora la digestione e diminuisce l’acidità dello stomaco, grazie al suo potere alcalinizzante.
Abbassa il livello di infiammazione dell’intero organismo. Il suo fabbisogno quotidiano cambia con età e sesso.
Riduce la pressione nell’iperteso e regolarizza la glicemia nel diabetico.

Dove si trova il Magnesio?
Si trova in diversi alimenti. I cereali integrali sono particolarmente ricchi di magnesio così come i legumi, soprattutto ceci, lenticchie, soia, fagioli bianchi e borlotti.
Il magnesio è contenuto in molti vegetali, in particolare nelle verdure a foglia verde come spinaci, rucola, cicoria, bietole, broccoli, cavoletti di Bruxelles etc.
Tra la frutta fresca: banane, melone, uva, more, lamponi, fragole, ciliegie.
Tra la frutta essiccata: fichi secchi, albicocche secchi e datteri.
Nella frutta secca è abbondante in mandorle e noci.
Anche i semi oleosi, come sesamo, semi di zucca e girasole, sono un’ottima fonte di magnesio.
Tra i prodotti di origine animale, il magnesio è contenuto in dosi più ridotte rispetto ai vegetali.
In ogni caso, è da sapere che la cottura riduce la disponibilità di magnesio. Questo oligoelemento va introdotto ogni giorno attraverso l’alimentazione, varia ed equilibrata.
È la sintomatologia che determina la carenza. Il fabiaogno non sempre si raggiunge con l’assunzione dei alimenti consigliati. Non avere paura ad integrarlo.

Qual’è la dose giusta?

La giusta dose quotidiana di magnesio dovrebbe essere 300-500 mg al giorno.
Come sapere qual’è la dosi giusta per ogni uno?
Idealmente iniziare con magnesio in polvere. Il primo giorno si assume un cucchiaino diluito in acqua, il secondo giorno si pasa a due cucchiaini, il terzo giorno si asume due cucchiaini e mezzo, il quanto giorno si sale a tre cucchiaini. Quando si avverte un lieve segno di diarrea, significa che quella dosi non è adatta per l’individuo, in quel momento si torna alla dose del giorno precedente e si mantiene nel tempo.
Non esiste dosi tossica per il magnesio, in assunzione orale.

Quale devo prendere?
L’ossido di magnesio per chi ha stipsi
Magnesio bisglicinato o Glicinato per la funzionalità neuronale e produzione energetica
Magnesio di malato per potenziare l’energia, consigliato in diagnosi di fibromialgia ed stanchezza cronica.
Magnesio treonato per la depressione, l’ansia, il panico, per la memoria e le funzioni cognitive.
Cloruro di magnesio per gli sportivi, che applicano nelle gambe.
Citrato di magnesio per la salute delle ossa.

Quando va assunto?

Va assunto nel giorno prima delle ore 18 perché il magnesio ha bisogno di essere digerito. Chi facilita la digestione è i succhi gastrici. Dopo le ore 18 la produzione dei succhi gastrici diminuisce.