Che cosa si intende per cibi processati

Che cosa si intende per cibi processati

Quante volte avete incontrato la frase “cibi processati” leggendo su riviste di alimentazione, ascoltando un dietologo in radio o in televisione o, ancora, visitando un Sito Web online? Sicuramente molte volte.
La frase però, si lascia cadere così come se fosse secondaria, e non corrisponde ad un’immagine immediatamente chiara di ciò che rappresenta.
È bene sapere quindi che dal 2010, e poi dal 2016 dopo il nuovo aggiornamento, esiste una vera e propria classificazione dei cibi determinata da rapporti prestabiliti di livelli ed entità di processi subiti, chiamata Nova System.
Conoscere almeno a grandi linee di quali gruppi facciano parte gli alimenti dei quali ci cibiamo più spesso, ci aiuta ad interpretare informazioni importanti come quella che è stata riportata dalla stampa di tutto il mondo in queste ore, relativa ad un apparente aumento del rischio di mortalità derivato da un costante consumo di certe tipologie di cibi processati. Senza le coordinate esatte che ci permettano di capire se e dove sbagliamo, queste informazioni finirebbero nel dimenticatoio piuttosto che influenzarci ad adottare stili di vita e di consumo più salutari. Di seguito una lista esemplificativa di cibi, suddivisi nelle stesse categorie utilizzate dal Nova System. Per ulteriori informazioni, anche legate alla metodologia scientifica che ha portato alla realizzazione della classificazione, potete fare riferimento a questo documento ufficiale in lingua inglese.

Esempi di cibi non processati o minimamente processati
A questo gruppo appartengono quegli alimenti che, dopo la raccolta, subiscono minimi processi di trasformazione, come l’eliminazione della parte non edibile, la refrigerazione, il surgelamento, ma anche il frazionamento, la pastorizzazione, la bollitura e il confezionamento sottovuoto.
Frutta, verdura, legumi, latte (intero, parzialmente scremato e non grasso), uova, carne, pollame, pesce e frutti di mare, funghi, alghe, latte fermentato come yogurt, cereali (riso bianco, pasta ecc.), succo naturale, caffè e acqua.

Ingredienti da cucina processati
Questi alimenti sono prodotti ottenuti da quelli del gruppo 1 e che vengono processati in modo da creare preparati utili per la creazione di piatti casalinghi o nella ristorazione. Vengono quindi macinati, pressati e raffinati al fine di ottenere ingredienti per brodi, pane, insalate, bevande e dolci di vario genere.  Altri esempi: sale, zucchero, miele, oli vegetali (d’oliva, di girasole, di mais), peperoncino, burro e strutto.

Esempi di cibi processati
Sono alimenti che vengono prodotti a partire dagli alimenti del gruppo 1 addizionati con alimenti del gruppo 2 e sono in genere costituiti da 2 o 3 ingredienti.
Questi cibi sono sottoposti a diversi metodi di preparazione a livello industriale, come fermentazione non alcolica e cottura. I procedimenti di preparazione hanno lo scopo di aumentare la conservabilità del prodotto o modificarne le caratteristiche sensoriali. Vengono infatti addizionati di olio e sale e possono contenere conservanti. A questo gruppo appartengono: latte condensato, crema di latte, formaggi, prosciutto tradizionale stagionato, pancetta, frutta in scatola o succhi di frutta in bottiglia, pane (bianco e intero), birra e vino.

Esempi di cibi ultra-processati

Gli alimenti e le bevande che appartengono a questo gruppo sono composti da 5 o più ingredienti che spesso sono gli stessi utilizzati per i cibi processati, come olio, sale e conservanti. La differenza con i cibi del gruppo 3 è che i cibi ultra processati sono composti solo in minima parte dagli alimenti del gruppo 1 e contengono additivi e ingredienti che mirano ad esaltare le caratteristiche sensoriali del prodotto finale, oppure a nascondere caratteristiche organolettiche indesiderate. Per questo motivo vengono addizionati con coloranti, stabilizzanti, aromi, esaltatori di sapore e di profumo, edulcoranti, ma anche emulsionanti, addensanti e altri additivi di questo genere che controllano la consistenza finale del prodotto. Quali sono? Crema pasticcera, gelato, prosciutto, salame, salsiccia, hamburger, patè, polpette di carne, patatine, cereali per la colazione, pizza, margarina, biscotti, muffin, ciambelle, croissant e altri dolci non fatti a mano, torte, cioccolato, marzapane, bevande gassate, bevande zuccherate artificialmente, bevande alla frutta, frappè, minestre istantanee, maionese, bevande alcoliche prodotte per fermentazione seguite da distillazione come whisky, gin e rum.