La tecnica quantistica applicata all’uomo

La tecnica quantistica applicata all’uomo

Come riusciamo con la tecnologia “frequenziale-quantistica” ad equilibrare la mente e corpo.
Tutto ciò che influenza il nostro organismo viene recepito da esso come energia (informazioni frequenziali).
Ogni molecola, ogni cellula, ogni organo emette una sua frequenza che può essere legata a strutture sane o a situazioni patologiche.

Queste informazioni vengono individuate durante il check up quantistico (grazie ad un’apparecchiatura con elettrodi che funziona in modo non invasivo).

Da questa analisi è possibile programmare un percorso di riequilibrio energetico. Per ottenere ciò, si collega il paziente lo strumento tramite dei terminali che permettono alla macchina di prelevare tutte le frequenze elettromagnetiche e quantistiche dell’emissione del nostro corpo elettrico, tutte queste informazioni vengono elaborate dalla “Macchina” per poter raggiungere ciò che a livello elettrico-frequenziale non funziona, e quindi di procedere con il riequilibrio energetico del caso specifico.

(Tutto quello che vibra a livello frequenziale esiste nel campo quantico)
Si connette il paziente alla macchina tramite delle derivazioni alle braccia, alle gambe ed una alla testa , oppure se non abbiamo il paziente in presenza si può collegare tramite i suoi dati ( nome e cognome, data e luogo di nascita, fotografia, il paziente viene cercato con questa “targa” nel campo quantico, qui c’è tutto ciò che il paziente è, subspace morfic trans, al di sotto dello spazio tempo).
( nel piano Herziano ognuno è locale, nel campo quantico sono tutti non locali)
L’efficacia del trattamento con la macchina è uguale se abbiamo paziente in presenza oppure dall’altra parte del mondo.
La persona viene connessa in tutti i sei universi paralleli, piani o dimensioni di seguito elencati:

CYBERNETIK BIOFEEDBACK – Frequency test + terapy

– Disturbo nella dimensione 5, Piano mentale;
– Disturbo nella dimensione 6, Ancestrale;
– Disturbo nella dimensione 7, Piano astrale;
– Perturbazione nella dimensione 8, Piano etereo (infrarossi);
– Disturbo nella dimensione 9, Piano cosmico;
– Disturbo nella dimensione 10, Struttura polimorfica.

Le dimensioni del sub-spazio danno forma all’organizzazione delle nostre cellule e pensieri.
Durante la calibrazione la macchina si tara per eliminare qualsiasi interferenza, tra il soggetto testato e sé stesso, in modo da non essere influenzato da campi esterni sia elettromagnetici sia di energia non elettromagnetica.
Con il test il sistema inizia a relazionarsi con la parte inconscia della persona ed inizia a prelevare tutte quelle che sono le sue frequenze che possono essere poi dopo messe insieme dal sistema e decriptate.
Tutte le frequenze elettromagnetiche inviate alla persona, fanno in modo che ritornano indietro per poi essere lette dallo strumento, e maggiore è la distorsione della frequenza di ritorno più c’è reattività a quella determinata sostanza; a questo punto lo strumento rielabora le frequenze distorte e provvede al suo naturale equilibrio.

La frequenza di ritorno rappresenta la risposta biologica del paziente alla sostanza, ciò è definito Biofeedback.

I problemi fisici non sono altro che il risultato del conflitto emozionale tra coscienza e mente locale, pertanto il paziente, ha la possibilità di riconoscerli per comprenderli e superarli.

La stessa tecnica può essere applicata anche agli animali e nel campo dell’agricoltura.

Per maggiori approfondimenti si può consultare il sito dell’università quantistica
www.universitaquantistica.com